Comune di Soriano nel Cimino

ANALISI DL RILANCIO - CONSIGLI DEI MINISTRI N. 45 DEL 13 MAGGIO 2020

lunedì 01 giugno 2020
Comune di Soriano nel Cimino
Ricerca assistita
Ricerca assistita
Mentre digiti nella casella di ricerca la funzione di completamento automatico ti offre diverse soluzioni di ricerca
Punto Comune
Amministrazione Trasparente
Portale del Turismo
Biblioteca Comunale
Notizie dal Comune
Icona freccia bianca
Home Page » Comunicazione » Notizie dal Comune » ANALISI DL RILANCIO - CONSIGLI DEI MINISTRI N. 45 DEL 13 MAGGIO 2020
ANALISI DL RILANCIO - CONSIGLI DEI MINISTRI N. 45 DEL 13 MAGGIO 2020
14-05-2020

Il Consiglio dei Ministri ha approvato lo scorso 13 maggio un decreto-legge che introduce misure urgenti in materia di salute, sostegno al lavoro e all’economia, nonché di politiche sociali, connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Il decreto – spiega il governo in una nota – interviene in diversi ambiti, in modo trasversale, con l’intento di assicurare l’unitarietà, l’organicità, e la compiutezza delle misure volte alla tutela delle famiglie e dei lavoratori, alla salvaguardia e al sostegno delle imprese, degli artigiani e dei liberi professionisti, al consolidamento, snellimento e velocizzazione degli istituti di protezione e coesione sociale.

Il Governo ha fornito una sintesi dei provvedimenti principali presenti nel decreto dettagliatamente enunciati nel file allegato.

Queste le misure di sostegno alle imprese e all’economia.

Il decreto introduce misure concrete e immediate di sostegno alle imprese e agli altri operatori economici con partita Iva, compresi artigiani, lavoratori autonomi e professionisti colpiti dall’emergenza sanitaria.
Tra le principali misure:

  • un contributo a fondo perduto a favore dei soggetti esercenti attività d’impresa e di lavoro autonomo, titolari di partita IVA, comprese le imprese esercenti attività agricola o commerciale, anche se svolte in forma di impresa cooperativa, con fatturato nell’ultimo periodo d’imposta inferiore a 5 milioni di euro. Il contributo spetta se l’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2020 è stato inferiore ai due terzi dell’ammontare del fatturato e dei corrispettivi del mese di aprile 2019. Per i soggetti che hanno iniziato l’attività a partire dal 1° gennaio 2019, il contributo spetta anche in assenza del requisito del calo di fatturato/corrispettivi. L’ammontare del contributo è determinato in percentuale rispetto alla differenza riscontrata, come segue:
    1. 20 per cento per i soggetti con ricavi o compensi non superiori a quattrocentomila euro nell’ultimo periodo d’imposta;
    2. 15 per cento per i soggetti con ricavi o compensi superiori a quattrocentomila euro e fino a un milione di euro nell’ultimo periodo d’imposta;
    3. 10 per cento per i soggetti con ricavi o compensi superiori a un milione di euro e fino a cinque milioni di euro nell’ultimo periodo d’imposta.
      Il contributo non concorrerà alla formazione della base imponibile delle     imposte sui redditi e sarà erogato, nella seconda metà di giugno, dall’Agenzia delle entrate mediante accreditamento diretto in conto corrente bancario o postale intestato al beneficiario;
  • l’esenzione dal versamento del saldo dell’IRAP dovuta per il 2019 e della prima rata, pari al 40 per cento, dell’acconto dell’IRAP dovuta per il 2020 per le imprese con un volume di ricavi compresi tra 0 e 250 milioni e i lavoratori autonomi con un corrispondente volume di compensi. Rimane fermo l’obbligo di versamento degli acconti per il periodo di imposta 2019;
  • per i soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione, che abbiano subito nei mesi di marzo, aprile e maggio una diminuzione del fatturato o dei corrispettivi di almeno il 50 per cento rispetto allo stesso mese del periodo d’imposta precedente, si istituisce un credito d’imposta nella misura del 60 per cento dell’ammontare mensile del canone di locazione di immobili a uso non abitativo destinati allo svolgimento dell’attività industriale, commerciale, artigianale, agricola, di interesse turistico o all’esercizio abituale e professionale dell’attività di lavoro autonomo. Il credito spetta ai soggetti con ricavi o compensi non superiori a 5 milioni di euro nel periodo d’imposta precedente. Alle strutture alberghiere spetta indipendentemente dal volume di affari registrato nel periodo d’imposta precedente. In caso di contratti di servizi a prestazioni complesse o di affitto d’azienda, comprensivi di almeno un immobile a uso non abitativo destinato allo svolgimento dell’attività industriale, commerciale, artigianale, agricola, di interesse turistico o all’esercizio abituale e professionale dell’attività di lavoro autonomo, il credito d’imposta spetta nella misura del 30 per cento dei relativi canoni. Tale credito d’imposta è utilizzabile nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta di sostenimento della spesa ovvero in compensazione, successivamente all’avvenuto pagamento dei canoni, e non concorre alla formazione del reddito ai fini delle imposte sui redditi e del valore della produzione ai fini dell’imposta regionale sulle attività produttive. Può essere ceduto al locatore o al concedente o ad altri soggetti, compresi istituti di credito e altri intermediari finanziari;
  • l’abolizione del versamento della prima rata dell’IMU, quota-Stato e quota-Comune in scadenza alla data del 16 giugno 2020 per i possessori di immobili classificati nella categoria catastale D/2, vale a dire alberghi e pensioni, a condizione che i possessori degli stessi siano anche gestori delle attività ivi svolte. La norma prevede la stessa agevolazione per gli stabilimenti balneari, marittimi, lacuali e fluviali;
  • la riduzione della spesa sostenuta dalle utenze elettriche connesse in bassa tensione diverse dagli usi domestici, con riferimento alle voci della bolletta identificate come “trasporto e gestione del contatore” e “oneri generali di sistema”. L’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente ridetermina, senza aggravi tariffari per le utenze interessate e in via transitoria e nel rispetto del tetto di spesa, le tariffe di distribuzione e di misura dell’energia elettrica nonché le componenti a copertura degli oneri generali di sistema, per i mesi di maggio, giugno e luglio 2020;
  • il rafforzamento patrimoniale delle piccole e medie imprese, con la previsione della detraibilità per le persone fisiche e della deducibilità per quelle giuridiche, per il 2020, del 20 per cento della somma investita dal contribuente nel capitale sociale di una o più società per azioni, in accomandita per azioni, a responsabilità limitata, anche semplificata, cooperativa, che non operino nel settore bancario, finanziario o assicurativo. L’investimento massimo detraibile/deducibile non può eccedere l’importo di euro 2.000.000. L’ammontare, in tutto o in parte, non detraibile/deducibile nel periodo d’imposta di riferimento può essere portato in detrazione dall’imposta sul reddito delle persone fisiche nei periodi d’imposta successivi, ma non oltre il terzo. Alle stesse società è riconosciuto, a seguito dell’approvazione del bilancio per l’esercizio 2020, un credito d’imposta pari al 50% delle perdite eccedenti il 10% del patrimonio netto fino a concorrenza del 30% dell’aumento di capitale e comunque nei limiti previsti dal decreto (con un tetto massimo di 800.000 euro). La distribuzione di riserve prima del 1° gennaio 2024 da parte della società comporta la decadenza dal beneficio per il contribuente che ha sottoscritto l’aumento di capitale e per la società stessa e l’obbligo per tutti i beneficiari di restituire gli importi, unitamente agli interessi legali;
  • ulteriori norme per semplificare e velocizzare le operazioni di raccolta di capitali di rischio mediante aumenti di capitale delle società;
  • l’autorizzazione a Cassa depositi e prestiti S.p.a. (CDP) alla costituzione di un patrimonio destinato, denominato “Patrimonio Rilancio”, a cui sono apportati beni e rapporti giuridici dal Ministero dell’economia e delle finanze, che potrà essere articolato in comparti e le cui risorse saranno impiegate per il sostegno e il rilancio del sistema economico produttivo italiano, nel rispetto del quadro normativo dell’Unione europea sugli aiuti di Stato adottato per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 o a condizioni di mercato. Gli interventi avranno ad oggetto società per azioni, anche con azioni quotate in mercati regolamentati, comprese quelle costituite in forma cooperativa, che     hanno sede legale in Italia, non operano nel settore bancario, finanziario o assicurativo e presentano un fatturato annuo superiore a cinquanta milioni di euro. I requisiti di accesso, le condizioni, criteri e modalità degli interventi saranno definiti con DPCM, su proposta del Ministro dell’economia e delle finanze, sentito il Ministro dello sviluppo economico. CDP S.p.a. potrà utilizzare il patrimonio destinato per effettuare ogni forma di investimento, comunque di carattere temporaneo, ivi inclusi la concessione di finanziamenti e garanzie, la sottoscrizione di strumenti finanziari e l’assunzione di partecipazioni sul mercato primario e secondario, in via preferenziale mediante sottoscrizione di prestiti obbligazionari convertibili, la partecipazione ad aumenti di capitale, l’acquisto di azioni quotate sul mercato secondario in caso di operazioni strategiche. Per il finanziamento delle attività del patrimonio destinato o di singoli comparti è consentita l’emissione di titoli obbligazionari o altri strumenti finanziari di debito;
  • l’istituzione del “Fondo Patrimonio PMI”, la cui gestione sarà affidata all’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo di impresa Spa – Invitalia. Il fondo sarà finalizzato a sottoscrivere, entro il 31 dicembre, strumenti finanziari partecipativi, emessi dalle società già indicate al punto precedente;
  • ulteriori misure di rafforzamento dell’azione di recupero di aziende in crisi e potenziamento delle strutture di supporto per le crisi di impresa e per la politica industriale;
  • la costituzione, presso il Ministero dello sviluppo economico, del “Fondo per la salvaguardia dei livelli occupazionali e la prosecuzione dell’attività d’impresa”, con una dotazione di 100 milioni di euro per l’anno 2020 e l’incremento delle dotazioni del fondo nazionale per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione, del fondo a copertura delle garanzie concesse alle piccole e medie imprese, dell’Ismea (Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare) per le garanzie alle p.m.i. del settore agro-alimentare, del fondo garanzia mutui prima casa, del fondo per l’acquisto di autoveicoli a basse emissioni di Co2, del fondo di promozione integrata istituito dal cd. decreto “cura Italia”, del fondo 394/81 per l’internazionalizzazione delle p.m.i., con l’ulteriore costituzione di un fondo di garanzia volto a sollevare le piccole medie imprese che attingono ai crediti per l’internazionalizzazione dai costi e dagli oneri amministrativi derivanti dall’esigenza di fornire fideiussioni bancarie e assicurative per parte dei crediti ottenuti;
  • la costituzione, presso il Ministero dello sviluppo economico, di un “Fondo per il trasferimento tecnologico”, finalizzato alla promozione di iniziative e investimenti utili alla valorizzazione e all’utilizzo dei risultati della ricerca presso le imprese operanti sul territorio nazionale, con particolare riferimento alle start-up innovative;
  • ulteriori norme volte a rafforzare il sostegno pubblico alla nascita e allo sviluppo delle start-up innovative, agendo nell’ambito della misura “Smart&Start Italia”;
  • la previsione che le regioni e le provincie autonome, gli altri enti territoriali, le Camere di commercio possono adottare misure di aiuto dirette, a valere sulle proprie risorse, fino a un importo di 800.000 euro per impresa, concesse sotto forma di sovvenzioni dirette, agevolazioni fiscali e di pagamento o in altre forme, quali anticipi rimborsabili, garanzie, prestiti e partecipazioni. Gli aiuti non possono superare l’importo di 120.000 euro per ogni impresa attiva nel settore della pesca e dell’acquacoltura e 100.000 euro per ogni impresa attiva nella settore della produzione primaria di prodotti agricoli. Gli stessi enti possono concedere garanzie riguardo sia ai prestiti per gli investimenti sia ai prestiti per il capitale di esercizio a favore delle imprese, in modo diretto o attraverso banche o altri soggetti abilitati all’esercizio del credito, o ancora, aiuti sotto forma di tassi d’interesse agevolati per i prestiti alle imprese, aiuti per la ricerca e lo sviluppo in materia di COVID-19, per gli investimenti per le infrastrutture di prova e upscaling, agli investimenti per la produzione di prodotti connessi al COVID-19, aiuti sotto forma di sovvenzioni per il pagamento dei salari dei dipendenti per evitare i licenziamenti durante la pandemia di COVID-19.

Previsti anche interventi in materia di tutela dei lavoratori e conciliazione lavoro/famiglia

Tra le principali misure di sostegno ai lavoratori e per la conciliazione lavoro/famiglia, l’introduzione o la riconferma di diversi tipi di indennità di sostegno al reddito:

  • ai liberi professionisti e ai collaboratori coordinati continuativi (co.co.co) già beneficiari per il mese di marzo dell’indennità pari a 600 euro, viene automaticamente erogata un’indennità di pari importo anche per il mese di aprile 2020;
  • ai liberi professionisti iscritti alla gestione separata INPS, non titolari di pensione e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie, che abbiano subito comprovate perdite (riduzione di almeno il 33% del reddito del secondo bimestre 2020 rispetto a quello del secondo bimestre 2019), è riconosciuta una indennità per il mese di maggio 2020 pari a 1000 euro;
  • ai lavoratori titolari di rapporti di co.co.co. iscritti alla gestione separata INPS non titolari di pensione e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie, aventi specifici requisiti, è riconosciuta un’indennità per il mese di maggio 2020 pari a 1000 euro;
  • ai lavoratori autonomi iscritti alle gestioni speciali dell’Assicurazione generale obbligatoria (AGO) già beneficiari per il mese di marzo 2020 dell’indennità pari a 600 euro viene erogata un’indennità di pari importo anche per il mese di aprile 2020;
  • ai lavoratori stagionali del turismo e degli stabilimenti termali già beneficiari per il mese di marzo 2020 dell’indennità pari a 600 euro viene erogata un’indennità di pari importo anche per il mese di aprile 2020. La medesima indennità è riconosciuta ai lavoratori in somministrazione, impiegati presso imprese utilizzatrici operanti nei medesimi settori a determinate condizioni;
  • ai lavoratori del settore agricolo già beneficiari per il mese di marzo dell’indennità di cui all’articolo 30 del decreto-legge 18 marzo del 2020, n. 18, pari a 600 euro, è erogata per il mese di aprile 2020 un’indennità di importo pari a 500 euro;
  • è riconosciuta un’indennità per i mesi di aprile e maggio, pari a 600 euro per ciascun mese, a individuati lavoratori dipendenti e autonomi che in conseguenza dell’emergenza epidemiologica da COVID 19 hanno cessato, ridotto o sospeso la loro attività o il loro rapporto di lavoro, sempre che non siano titolari di altro contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, diverso dal contratto intermittente e non siano titolari di pensione;
  • ai lavoratori iscritti al FPLS (Fondo lavoratori dello spettacolo) aventi determinati requisiti è erogata una indennità di 600 euro per ciascuno dei mesi di aprile e maggio 2020, sempre che non siano titolari di rapporto di lavoro dipendente o titolari di pensione alla data di entrata in vigore della norma.

Tutte le indennità descritte in precedenza non concorrono alla formazione del reddito e sono erogate dall’INPS in unica soluzione, rispettando un determinato limite di spesa complessivo. È stabilita poi una disposizione ad hoc per la eventuale integrazione delle stesse indennità con il beneficio del reddito di cittadinanza. Infine viene statuita una norma di decadenza (15 giorni) sulla possibilità di richiedere l’indennità per il mese di marzo 2020 per varie categorie di lavoratori.

Oltre a quelle già descritte -spiega il governo – sono previste altre misure:

  • si riconosce anche per i mesi di aprile e maggio 2020 l’indennità di 600 euro riconosciuta nel mese di marzo per il sostegno del reddito dei professionisti iscritti agli enti di diritto privato di previdenza obbligatoria;
  • per il mese di maggio si introduce il “reddito di emergenza”, destinato al sostegno dei nuclei familiari in condizioni di necessità economica in conseguenza dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, individuati secondo specifici requisiti di compatibilità e incompatibilità. Il Rem sarà erogato dall’INPS in due quote ciascuna pari all’ammontare di 400 euro. Le domande per il Rem devono essere presentate entro il termine del mese di giugno 2020;
  • per i mesi di aprile e maggio 2020, si introduce un’indennità pari a 600 euro in favore dei lavoratori sportivi impiegati con rapporti di collaborazione, riconosciuta dalla società Sport e Salute S.p.a., nel limite massimo di 200 milioni di euro per l’anno 2020. L’indennità non concorre alla formazione del reddito e non è riconosciuto ai percettori di altro reddito da lavoro e del reddito di cittadinanza. Ai soggetti già beneficiari per il mese di marzo 2020 dell’indennità ex articolo 96 del decreto-legge n. 18 del 2020, la medesima indennità pari a 600 euro è erogata, senza necessità di ulteriore domanda, anche per i mesi di aprile e maggio 2020. E’ stabilita poi la possibilità, per i lavoratori dipendenti iscritti al Fondo Pensione Sportivi Professionisti con retribuzione annua lorda non superiore a 50.000, di accedere al trattamento di integrazione salariale di cui all’articolo 22 del decreto-legge n. 18 del 2020, limitatamente ad un periodo massimo di 9 settimane;
  • si istituisce, presso il Ministero dell’economia e delle finanze, del Fondo di garanzia per l’accesso all’anticipazione dei trattamenti di integrazione salariale, allo scopo di dare piena attuazione alla Convenzione in tema di anticipazione sociale in favore dei lavoratori destinatari dei trattamenti di integrazione al reddito, stipulata il 30 marzo 2020 tra l’Associazione bancaria italiana (ABI) e le parti sociali;
  • si modifica il trattamento ordinario di integrazione salariale e all’assegno ordinario, con la previsione che i datori di lavoro che nell’anno 2020 sospendono o riducono l’at¬tività lavorativa per eventi riconducibili all’emergenza epidemiologica possano presentare domanda di concessione del trattamento ordinario di integrazione salariale o di accesso all’assegno ordinario con causale “emergenza COVID-19”, per una durata massima di nove settimane per periodi decorrenti dal 23 febbraio 2020 al 31 agosto 2020, incrementate di ulteriori cinque settimane nel medesimo periodo per i soli datori di lavoro che abbiamo interamente fruito il periodo precedentemente concesso fino alla durata massima di nove settimane. È riconosciuto anche un eventuale ulteriore periodo di durata massima di quattro settimane di trattamento per periodi decorrenti dal 1 settembre 2020 al 31 ottobre 2020. Ai beneficiari di assegno ordinario spetta anche l’assegno per il nucleo familiare. Viene reintrodotto l’obbligo per i datori di lavoro di svolgere la procedura di informazione, la consultazione e l’esame congiunto, con le organizzazioni sindacali, anche in via telematica, entro i tre giorni successivi a quello della comunicazione preventiva;
  • la deroga ai limiti di fruizione del trattamento di cassa integrazione salariale operai agricoli (CISOA), richiesto per eventi riconducibili all’emergenza epidemiologica da COVID-19, che viene concesso per un periodo massimo di 120 giorni, dal 23 febbraio 2020 al 31 dicembre 2020, ed è neutralizzato ai fini delle successive richieste;
  • l’innalzamento a diciotto settimane della durata massima del trattamento ordinario di integrazione salariale per le aziende che si trovano già in cassa integrazione straordinaria, nonché del trattamento di integrazione salariale in deroga;
  • lo stanziamento di risorse a copertura della eventuale necessità di un ulteriore finanziamento delle misure di integrazione salariale, prevedendo anche la possibilità di estendere il periodo massimo di durata dei trattamenti per un massimo di quattro settimane fruibili dal 1° settembre al 31 ottobre 2020;
  • misure di semplificazione in materia di ammortizzatori sociali, consentendo ai datori di lavoro che non anticipano i relativi trattamenti, di richiedere il pagamento diretto della prestazione da parte dell’INPS;
  • si estende al 31 luglio 2020 il termine sino al quale il periodo trascorso in quarantena con sorveglianza sanitaria attiva dei lavoratori dipendenti del settore privato è equiparato a malattia ai fini del trattamento economico;
  • si estende a cinque mesi il termine previsto dal decreto-legge “cura Italia” entro il quale sono vietati i licenziamenti individuali per giustificato motivo oggettivo e quelli collettivi e sono sospese le procedure in corso;
  • si prevedono specifiche norme per lo svolgimento in sicurezza delle attività produttive e commerciali, prevedendo la sorveglianza sanitaria eccezionale dei lavoratori maggiormente esposti a rischio di contagio, in ragione dell’età o della condizione di rischio derivante da immunodepressione, anche da patologia COVID-19, o da esiti di patologie oncologiche o dallo svolgimento di terapie salvavita o comunque da comorbilità che possono caratterizzare una maggiore rischiosità;
  • si riconosce un’indennità, pari a 500 euro mensili, per i mesi di aprile e maggio 2020, in favore dei lavoratori domestici che al 23 febbraio 2020 avevano in essere uno o più contratti di lavoro per una durata complessiva superiore a 10 ore settimanali, a condizione che non siano conviventi col datore di lavoro. L’indennità non è cumulabile con altre riconosciute per COVID-19 e non spetta ai percettori del reddito di emergenza (REM) o ai percettori del reddito di cittadinanza a determinate condizioni, ai titolari di pensione, ad eccezione dell’assegno ordinario di invalidità e ai titolari di rapporto di lavoro dipendente a tempo indeterminato diverso dal lavoro domestico;
  • l’innalzamento a trenta giorni dei congedi di cui possono fruire i genitori lavoratori dipendenti del settore privato per i figli di età non superiore ai 12 anni (per il quale è riconosciuta una indennità pari al 50 per cento della retribuzione) e l’estensione del relativo arco temporale di fruizione sino al 31 luglio 2020. Tali periodi sono coperti da contribuzione figurativa;
  • l’aumento del limite massimo complessivo per l’acquisto di servizi di baby sitting (da 600 euro a 1.200 euro) e la possibilità, in alternativa, di utilizzare il bonus per l’iscrizione ai servizi socio-educativi territoriali, ai centri con funzione educativa e ricreativa e ai servizi integrativi o innovativi per la prima infanzia. Per i comparti sicurezza, difesa e soccorso pubblico e per il settore sanitario pubblico e privato il limite massimo è aumentato a 2.000 euro;
  • fino alla cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da COVID–19, i genitori lavoratori dipendenti del settore privato che hanno almeno un figlio minore di 14 anni, a condizione che nel nucleo familiare non vi sia altro genitore beneficiario di strumenti di sostegno al reddito in caso di sospensione o cessazione dell’attività lavorativa o che non vi sia genitore non lavoratore, hanno diritto a svolgere la prestazione di lavoro in modalità agile anche in assenza degli accordi individuali, fermo restando il rispetto degli obblighi informativi previsti dalle norme vigenti, e a condizione che tale modalità sia compatibile con le caratteristiche della prestazione;
  • per i datori di lavoro pubblici, fino alla cessazione dello stato di emergenza e comunque non oltre il 31 dicembre 2020, la modalità di lavoro agile può essere applicata a ogni rapporto di lavoro subordinato;
  • nei mesi di maggio e giugno 2020 sono aumentati di 12 giornate i permessi retribuiti ex articolo 33, legge 5 febbraio 1992, n. 104 usufruibili;
  • al fine di promuovere il lavoro agricolo, si stabilisce la possibilità per i percettori di ammortizzatori sociali, limitatamente al periodo di sospensione a zero ore della prestazione lavorativa, di NASPI e DIS-COLL nonché di reddito di cittadinanza, di stipulare con datori di lavoro del settore agricolo contratti a termine non superiori a 30 giorni, rinnovabili per ulteriori 30 giorni, senza subire la perdita o la riduzione dei benefici previsti, nel limite di 2000 euro per l’anno 2020;
  • misure di sostegno alle imprese per l’attuazione delle disposizioni di cui al Protocollo di regolamentazione delle misure per il contenimento e il contrasto della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro, attraverso l’acquisto di apparecchiature, attrezzature, dispositivi elettronici per l’isolamento o il distanziamento dei lavoratori e altri strumenti di protezione individuale;
  • si estende in favore degli enti non commerciali, compresi gli enti del terzo settore e gli enti religiosi civilmente riconosciuti che svolgono attività di interesse generale non in regime d’impresa, le misure temporanee per il sostegno alla liquidità di cui all’articolo 1, del decreto-legge “liquidità” (decreto-legge 8 aprile 2020, n. 23);
  • al fine di garantire livelli adeguati di tutela della salute individuale e collettiva in conseguenza della contingente ed eccezionale emergenza sanitaria e favorire l’emersione di rapporti di lavoro irregolari, i datori di lavoro possono presentare istanza, per concludere un contratto di lavoro subordinato con cittadini stranieri presenti sul territorio nazionale ovvero per dichiarare la sussistenza di un rapporto di lavoro irregolare, tuttora in corso, con cittadini italiani o cittadini stranieri. Per le medesime finalità, i cittadini stranieri, con permesso di soggiorno scaduto dal 31 ottobre 2019, non rinnovato o convertito in altro titolo di soggiorno, possono richiedere un permesso di soggiorno temporaneo, valido solo nel territorio nazionale, della durata di mesi sei dalla presentazione dell’istanza. Se, nel termine della durata del permesso di soggiorno temporaneo, il cittadino straniero esibisce un contratto di lavoro subordinato o la documentazione retributiva e previdenziale comprovante lo svolgimento dell’attività lavorativa nei settori dell’agricoltura, allevamento e zootecnia, pesca e acquacoltura e attività connesse, assistenza alla persona per se stessi o per componenti della propria famiglia, affetti da patologie o handicap che ne limitino l’autosufficienza, lavoro domestico di sostegno al bisogno familiare, il permesso viene convertito in permesso di soggiorno per motivi di lavoro. Sono previste specifiche disposizioni sulla permanenza dei procedimenti penali nei confronti dei datori di lavoro per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e per reati diretti al reclutamento di persone da destinare alla prostituzione o allo sfruttamento della prostituzione o di minori da impiegare in attività illecite, per il reato di cui all’art.600 del codice penale o per intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro ai sensi dell’articolo 603-bis del codice penale.

Il Governo ha segnalato anche le misure di incentivo e semplificazione fiscale presenti nel DL Rilancio:

  • cancellazione clausole IVA: soppresse definitivamente a partire dal 1° gennaio del 2021, le cosiddette “clausole di salvaguardia” che prevedono aumenti automatici delle aliquote IVA e delle accise su alcuni prodotti carburanti;
  • detrazione nella misura del 110 per cento delle spese sostenute tra il 1° luglio 2020 e il 31 dicembre 2021 per specifici interventi volti ad incrementare l’efficienza energetica degli edifici (ecobonus), la riduzione del rischio sismico (sismabonus) e per interventi ad essi connessi relativi all’installazione di impianti fotovoltaici e colonnine per la ricarica di veicoli elettrici. Per tali interventi – come per altre detrazioni in materia edilizia specificamente individuate – in luogo della detrazione, il contribuente potrà optare per un contributo sotto forma di sconto in fattura da parte del fornitore, che potrà recuperarlo sotto forma di credito di imposta cedibile ad altri soggetti, comprese banche e intermediari finanziari, ovvero per la trasformazione in un credito di imposta;
  • credito d’imposta per l’adeguamento degli ambienti di lavoro: è previsto un credito di imposta dell’60% delle spese sostenute nel 2020 per la riapertura in sicurezza degli esercizi aperti al pubblico, nei limiti di 80.000 euro per beneficiario;
  • credito d’imposta per la sanificazione degli ambienti di lavoro: ai soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione, alle associazioni, alle fondazioni e agli altri enti privati, compresi gli enti del terzo del settore, viene riconosciuto un credito d’imposta in misura pari al 60 per cento delle spese sostenute nel 2020. Il credito d’imposta spetta fino a un massimo di 60.000 euro per ciascun beneficiario;
  • compensazioni fiscali: a decorrere dall’anno 2020, il limite per la compensazione orizzontale è elevato da 700 mila a 1 milione di euro;
  • credito imposta ricerca e sviluppo al sud: maggiorazione dell’aliquota ordinaria dal 12 al 25% per grandi imprese e dal 12 al 35% per medie imprese e dal 12 al 45% per piccole imprese;
  • riduzione iva dei beni necessari al contenimento e gestione dell’epidemia: dal 22% al 5% su beni e dispositivi medici e di protezione individuale come ventilatori polmonari, mascherine e altri presidi per la sicurezza dei lavoratori. Fino al 31 dicembre 2020, la vendita degli stessi beni è totalmente esentata dall’Iva;
  • incentivi per gli investimenti nell’economia reale: potenziata la capacità dei piani di risparmio a lungo termine (pir) di convogliare risparmio privato verso il mondo delle imprese, affinché l’investimento di specifici pir sia diretto, per oltre il 70% del valore complessivo del piano, a beneficio di pmi non quotate sul Ftse Mib e Ftse Mid;
  • versamenti sospesi fino a settembre: prorogato dal 30 giugno 2020 al 16 settembre 2020 il termine per i versamenti di imposte e contributi, già sospesi per i mesi di marzo, aprile e maggio. I versamenti potranno essere effettuati in unica soluzione o rateizzati;
  • sospesi pignoramenti su stipendi e pensioni: fino al 31 agosto 2020 sono sospesi i pignoramenti su stipendi, salari e pensioni effettuati dall’agente della riscossione;
  • sospensione pagamenti per avvisi bonari e avvisi di accertamento: per i pagamenti in scadenza tra l’8 marzo e il giorno antecedente all’entrata in vigore del decreto, i versamenti potranno essere effettuati entro il 16 settembre;
  • sospensione della compensazione tra credito imposta e debito iscritto a ruolo: si consente di effettuare i rimborsi nei confronti di tutti i contribuenti senza applicare la procedura di compensazione con i debiti iscritti a ruolo;
  • proroga termini per notifiche atti: gli atti per i quali i termini di decadenza scadono tra il 9 marzo 2020 ed il 31 dicembre 2020, sono notificati non prima del 1°gennaio 2021 e fino al 31 dicembre 2021;
  • proroga rideterminazione del costo di acquisto di terreni e partecipazioni: la disposizione prevede la possibilità di rivalutare le partecipazioni non negoziate ed i terreni posseduti al 1° luglio 2020. Le aliquote dell’imposta sostitutiva sono stabilite nella misura dell’11 per cento;
  • rinvio procedura automatizzata di liquidazione dell’imposta di bollo sulle fatture elettroniche: rinviata al 1° gennaio 2021 l’applicazione della procedura di integrazione da parte dell’agenzia delle entrate dell’imposta di bollo dovuta sulle fatture elettroniche inviate tramite il sistema di interscambio che non recano l’annotazione di assolvimento dell’imposta;
  • rinvio dell’entrata in vigore di plastic tax e sugar tax al 1° gennaio 2021;
  • rinvio della lotteria degli scontrini e dell’obbligo del registratore telematico al 1° gennaio 2021;
  • modifiche alla disciplina degli indici sintetici di affidabilità fiscale (Isa) per i periodi di imposta 2020.

E ancora misure per la tutela del credito e del risparmio:

Al fine di evitare o porre rimedio a una grave perturbazione dell’economia e preservare la stabilità finanziaria, il Ministero dell’economia e delle finanze è autorizzato, nei sei mesi successivi all’entrata in vigore del decreto, a concedere la garanzia dello Stato su passività delle banche aventi sede legale in Italia, nel rispetto della disciplina europea in materia di aiuti di Stato, fino a un valore nominale di 15 miliardi di euro.

Inoltre, al fine di assicurare l’ordinato svolgimento delle eventuali procedure di liquidazione coatta amministrativa delle banche diverse da quelle di credito cooperativo, con attività totali di valore pari o inferiore a 5 miliardi di euro, il Ministro dell’economia e delle finanze è autorizzato a concedere il sostegno pubblico alle operazioni di trasferimento a una banca acquirente di attività e passività, di azienda, rami d’azienda nonché di beni e rapporti giuridici individuabili in blocco della banca in liquidazione coatta amministrativa, nelle forme specificate dal decreto.

Il Ministro dell’economia e delle finanze, sulla base degli elementi forniti dalla Banca d’Italia, presenta alla Commissione europea una relazione annuale sul funzionamento del regime di aiuti di Stato previsto.

Nel decreto anche misure a sostegno del turismo:

  • Tax credit vacanze: per il 2020 è riconosciuto un credito alle famiglie con un Isee non superiore a 40.000 euro, un credito, relativo al periodo d’imposta 2020, per i pagamenti legati alla fruizione dei servizi offerti in ambito nazionale dalle imprese turistico ricettive dagli agriturismi e dai bed&breakfast. Il credito, utilizzabile da un solo componente per ciascun nucleo familiare, è pari a 500 euro per ogni nucleo familiare con figlio a carico, a 300 euro per i nuclei familiari composti da due persone e a 150 euro per quelli composti da una sola persona;
  • fondo turismo: per sostenere il settore turistico con operazioni di mercato, è istituito un fondo con una dotazione di 50 milioni di euro il 2020, finalizzato alla sottoscrizione di quote o azioni di organismi di investimento collettivo del risparmio e fondi di investimento, gestiti da società di gestione del risparmio, in funzione di acquisto, ristrutturazione e valorizzazione di immobili destinati ad attività turistico-ricettive;
  • promozione turistica in Italia: per favorire la ripresa dei flussi turistici in ambito nazionale, è istituito il “Fondo per la promozione del turismo in Italia”, con una dotazione di 30 milioni di euro per l’anno 2020;
  • ulteriori misure di sostegno per il settore turistico: è istituito un fondo con una dotazione di 50 milioni di euro per il 2020 per la concessione di contributi in favore delle imprese turistico ricettive, delle aziende termali e degli stabilimenti balneari, come concorso nelle spese di sanificazione e di adeguamento conseguente alle misure di contenimento contro la diffusione del COVID-19.

Per concludere il governo segnala le misure per l’istruzione e la cultura:

  • Fondo emergenze imprese e istituzioni culturali: è istituito un Fondo con una dotazione di 225 milioni di euro, destinato al sostegno delle librerie, dell’intera filiera dell’editoria, nonché dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura.
  • Per assicurare il funzionamento dei musei e dei luoghi della cultura, tenuto conto delle mancate entrate causate dall’emergenza, è autorizzata la spesa di 100 milioni di euro per il 2020.

E misure per l’editoria e le edicole:

  • limitatamente all’anno 2020, l’innalzamento del credito d’imposta per gli investimenti pubblicitari al 50 per cento;
  • al fine di garantire il pagamento entro i termini di legge del rateo del contributo all’editoria in favore delle imprese beneficiarie, la verifica della regolarità previdenziale e fiscale prevista per il primo pagamento è cancellata. La verifica rimane invece operativa per in previsione del saldo del contributo;
  • in via straordinaria per l’anno 2020, un credito d’imposta dell’8 per cento della spesa sostenuta nell’anno 2019 per l’acquisto della carta utilizzata per la stampa di libri e giornali;
  • a titolo di sostegno economico per gli oneri straordinari sostenuti per lo svolgimento dell’attività durante l’emergenza sanitaria, alle persone fisiche esercenti punti vendita esclusivi per la rivendita di giornali e riviste (edicolanti), non titolari di redditi da lavoro dipendente o pensione, è riconosciuto un contributo una tantum fino a 500 euro, entro il limite di 7 milioni di euro per l’anno 2020;
  • per il 2020, l’applicazione dell’IVA per il commercio di quotidiani e di periodici con una forfetizzazione del reso al 95 per cento, in luogo dell’80 per cento previsto in via ordinaria

Ultima modifica

14/05/2020

Notizie e Comunicati correlati

L'ordinanza consente la ripresa di molte attività che erano ancora ferme (dalle strutture termali ai circoli ricreativi) e rende pubbliche le linee guida di molte strutture che riapriranno nei prossimi giorni, come i campeggi e altre attrezzature, ....
28-05-2020
Informiamo che il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha pubblicato ieri nel proprio sito istituzionale una Brochure dal titolo "DECRETO RILANCIO: le misure per i lavoratori e le famiglie", per illustrare gli interventi a sostegno del reddito ....
27-05-2020
E’ ora possibile presentare domanda per ottenere il Reddito di Emergenza, misura straordinaria di sostegno al reddito per supportare le famiglie in difficoltà a causa dell'emergenza Covid-19. La possibilità di presentare domanda si ....
24-05-2020
2 milioni per l’efficientamento energetico e l’adozione di tecnologie digitali di sale teatrali e cinematografiche (info: http://www.regione.lazio.it/rl/bandi-cultura/bandi/avviso-pubblico-teatri-librerie-e-cinema-verdi-e-digitali/) 1 milione ....
22-05-2020
AVVISO PUBBLICO IL SINDACO In questo momento di grande difficoltà economica e sociale dovuta all'emergenza  sanitaria è priorità per L'Amministrazione Comunale, a causa delle difficolta economiche dovute all’emergenza ....
19-05-2020
Dallo scorso 8 Maggio, La Regione Lazio ha pubblicato l'avviso pubblico recante misure urgenti a sostegno degli operatori del settore turistico, in profonda crisi anche in provincia di Viterbo. La Giunta Regionale aveva infatti deliberato la concessione ....
18-05-2020
A seguito degli ultimi provvedimenti del Governo e della Regione Lazio per la riapertura, a partire da lunedì 18 maggio, di specifiche attività economiche, produttive e ricreative, Il Sindaco ha emanato una nuova ordinanza per indicarne ....
17-05-2020
Il testo dell'accordo sulle linee di indirizzo per la riapertura delle attività economiche, produttive e ricreative raggiunto nella serata di venerdì 15 maggio tra Regioni e Governo. All'interno si  riportano le schede tematiche relative ....
16-05-2020
Sono state pubblicate dall’Ufficio per lo sport della Presidenza del Consiglio dei ministri le linee guida per l’esercizio fisico e lo sport denominate "Lo Sport riparte in sicurezza: ognuno protegge tutti". Saranno il punto di riferimento ....
16-05-2020
Le attività economiche e produttiive a cui è consentita la ripresa dal 18 maggio 2020 sono le seguenti. A decorrere dal 18 maggio 2020 sono consentite le seguenti attività economiche, commerciali e artigianali:     ....
16-05-2020
Pubblichiamo in questa pagina le Linee guida per la gestione in sicurezza di opportunità organizzate di socialità e gioco per bambini ed adolescenti nella fase 2 dell’emergenza COVID-19. Il presente testo è stato redatto grazie ....
16-05-2020
Pubblicata l'allegata Determina G05798 del 14/05/2020 con le indicazioni per la presentazione delle domande, a partire dal 18/05/2020. Facendo seguito alla precedente news pubblicata lo scorso 12 maggio, informiamo che con Determina G05798 del 14/05/2020 ....
15-05-2020
Con l’emanazione del decreto liquidità che stabilisce la concessione di finanziamenti destinati a far fronte alle esigenze di liquidità correlate all’emergenza COVID-19, e del Decreto del Ministro per le Politiche Giovanili e ....
15-05-2020
Il distanziamento sociale e il ricambio dell'aria sono gli argomenti trattati alla base del documento tecnico che l'I.S.S. e l'INAIL consigliano al settore della ristorazione per rispettare le misure di contagio.  Il distanziamento sociale nei ristoranti Il ....
14-05-2020
Si indicano di seguito le più importanti misure contenute nel decreto legge Rilancio Italia approvato dal Consiglio dei Ministri il 13 maggio 2020. Va tenuto presente che si tratta di una nota basata sulla bozza di testo del Decreto e ....
14-05-2020
Il documento tecnico, approvato nella seduta di ieri dal Comitato tecnico scientifico per l’emergenza Covid-19, contiene l’analisi del rischio contagio per il settore della cura alla persona e fornisce indicazioni sulle misure da adottare ....
13-05-2020
Si allega Determinazione Regionale n. 239 del 8/05/2020, con la quale la Regione Lazio destina 20 milioni di euro a fondo perduto per il settore del turismo, dagli alberghi alle attività extra-alberghiere fino alle agenzie di viaggio. La Regione ....
13-05-2020
Le nuove disposizioni permettono ai titolari, ai gestori e al personale utile di eseguire interventi di manutenzione, ristrutturazione, sanificazione per garantire le misure di sicurezza presso le attività di prossima riapertura, a decorrere dal ....
12-05-2020
Prosegue l’impegno di Poste Italiane ad assicurare i propri servizi pur nel quadro dell’attuale emergenza epidemiologica, dialogando costantemente con tutte le Amministrazioni Comunali, con obiettivo di supporto costante nelle azioni di contrasto ....
12-05-2020
Come da oggetto, pubblichiamo copia della deliberazione di giunta regionale, non ancora numerata, riguardanti lo stanziamento rivolto imprese del settore turistico del Lazio. RITENUTO, in presenza della situazione di forte crisi determinata dalla pandemia ....
11-05-2020
Dichiara in una nota l’Assessore Agricoltura, Promozione della Filiera e  della Cultura del cibo, Ambiente e Risorse Naturali della Regione Lazio, Enrica Onorati. “Abbiamo approvato in Giunta, nell’ambito delle misure a sostegno ....
10-05-2020
Da Lunedì 4 Maggio, è  consentita la vendita di bevande e cibo da asporto o con consegna a domicilio. In questa infografica, sono sintetizzate  le linee guida e il vademecum che la Regione Lazio ha pubblicato in questi giorni, ....
08-05-2020
Nuova ordinanza del Sindaco che fissa dal 4 maggio i nuovi orari di apertura e chiusura delle attività commerciali e degli esercizi pubblici, integrando la precedente Ordinanza n. 42 del 02/05/2020. Si cita : [omissis] PREMESSO  ALTRESI’ ....
04-05-2020
Il Viminale ha fornito indicazioni operative relative al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM) 26 aprile 2020 su “contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19”. Le principali misure, in vigore ....
03-05-2020
È disponibile il modello di autodichiarazione per gli spostamenti dal 4 maggio 2020. Può essere ancora utilizzato il precedente modello barrando le voci non più attuali. L'autodichiarazione è in ....
03-05-2020
VISTA la deliberazione del Consiglio dei Ministri del 31 gennaio 2020 con la quale è stato dichiarato, per sei mesi, lo stato di emergenza sul territorio nazionale relativo al rischio sanitario connesso all’insorgenza di patologie derivanti ....
02-05-2020
Facendo seguito al decreto "Cura Italia" del 17 Marzo, Invitalia ha pubblicato il 30 Aprile il bando da 50 milioni di Euro a favore delle imprese per il rimborso delle spese sostenute dai proprietari per l’acquisto dei dispositivi di protezione ....
01-05-2020
❤️ Sosteniamo il nostro paese Sosteniamo i prodotti italiani 💚🤍❤ L'amministrazione comunale di Soriano nel Cimino raccogliendo l'invito della Coldiretti Viterbo, aderisce alla campagna promozionale del "Mangio Italiano" a ....
30-04-2020
Informiamo che presso la sede della Squadra Ecologica per chi ne avesse necessità, sono disponibili le mascherine. Vogliamo ricordare anche agli ultrasettantacinquenni che per qualsiasi motivo non le avessero ancora ricevute di contattare il numero: 0761.744033. Una ....
27-04-2020
La Regione Lazio, con Deliberazione n 118 del 24/03/20 ed in attuazione del decreto del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca n. 1178/2019, ammette al beneficio delle borse di studio A. S. 2019/20 gli studenti residenti ....
27-04-2020
L’ASL VITERBO con nota del 24.04.2020 ha chiarito se gli esercenti devono presentare una nuova SCIA o chiedere un’autorizzazione specifica per poter vendere con consegna a domicilio. L’Azienda Sanitaria, sulla base delle F.A.Q. del ....
24-04-2020
Con la presente ordinanza sindacale, viene differito il termine della precedente nr.34 del 07.04.2020 al 4 maggio 2020. Secondo il DPCM del Presidente del Consiglio del 10 aprile, possono riaprire alcune attività commerciali, tra le quali negozi ....
15-04-2020
Emanata l’ordinanza che autorizza gli spostamenti, all’interno del proprio comune o verso comune limitrofo, per lo svolgimento in forma amatoriale di attività agricole e la conduzione di allevamenti di animali da cortile, sempre esclusivamente ....
15-04-2020
L'Istituto Comprensivo Statate Ernesto Monaci ha istituito il servizio di comodato gratuito di personal computer e di altri dispositivi utili alla didattica a distanza di proprietà dell’Istituzione scolastica,  a favore degli studenti ....
08-04-2020
Tutti coloro che hanno fatto richiesta per i Buoni spesa NON devono presentare nuovamente la domanda: questa va inoltrata una sola volta. Chi non ha ancora provveduto,  può inoltrare la domanda entro le ore 12 di venerdì 10 aprile ....
08-04-2020
Nuova Ordinanza del Sindaco n. 34 del 07/04/2020: tra le nuove disposizioni è stabilito che l'accesso a negozi e uffici è consentito esclusivamente a chi sia dotato di protezione per bocca e naso. Tra i punti da rispettare. 1.   ....
07-04-2020
Lunedì mattina verranno consegnati direttamente a casa i buoni spesa a chi ne ha fatto richiesta. Non sarà necessario recarsi in Comune perché la distribuzione avverrà unicamente a domicilio. Per coloro che hanno necessità, ....
05-04-2020
Per far fronte all’emergenza economica e alimentare prodotta dal Covid-19, si comunica che domani 4 Aprile, lo sportello di Punto Comune sarà aperto dalle 8.30 alle 12.30, anche per la presentazione delle domande relative all'erogazione dei ....
03-04-2020
SORIANO NEL CIMINO - Un paese dal cuore grande che dimostra solidarietà in ogni occasione. Sono iniziate ad arrivare le prime donazioni sul conto corrente creato dal Comune per fronteggiare l'emergenza covid-19. Nei giorni scorsi, anche a seguito ....
03-04-2020
Il Comune di Soriano Nel Cimino ha pubblicato l'avviso per la richiesta di buoni spesa e beni di prima necessità, destinati ai cittadini che si trovano in difficoltà economica causata dalle misure legate all'emergenza Coronavirus. Riportiamo, ....
01-04-2020
Un'iniziativa solidale fortemente voluta ed avviata dall'amministrazione comunale, un invito ad aiutare le famiglie sorianesi in difficoltà. "Questa raccolta alimentare - fanno sapere dal Comune - è l'occasione per dimostrare il cuore ....
30-03-2020
In allegato, la nuova autocertificazione da stampare e da mostrare alle Forze dell'Ordine in caso ci si debba spostare per validi e comprovati motivi quali lavoro, salute o altre necessità primarie come la spesa o l'acquisto di farmaci. Il nuovo ....
26-03-2020
PRESO ATTO del notevole incremento dei casi e dei decessi notificati all’Organizzazione Mondiale della Sanità; PRESO ATTO che, a fronte della crescente diffusione dell’emergenza epidemiologica, risulta necessario assumere ancora più ....
26-03-2020
Attenzione: pagina in aggiornamento in seguito all'entrata in vigore dell'Ordinanza del Ministro della Salute 20 marzo 2020, dell'Ordinanza del 22 marzo 2020 adottata congiuntamente dal Ministro della Salute e dal Ministro dell'Interno e del Dpcm ....
24-03-2020
Cari Sorianesi, certamente il momento che stiamo vivendo non è dei migliori. Il CORONAVIRUS ci obbliga a cambiare stili di vita, a rinunciare a piccole e grandi libertà personali. Purtroppo ci troviamo di fronte ad un pericolo invisibile, ....
24-03-2020
La raccolta dei rifiuti cambia per chi è positivo: la Sate attiva il numero verde 800926276. Un numero verde per la raccolta dei rifiuti di persone positive al coronavirus o in quarantena. 800926276, è il numero verde della Sate, gestore ....
24-03-2020
Nuova ordinanza del Sindaco, adottata a seguito del DPCM del 22/03/2020. Uno dei punti dell'ordinanza è il divieto per tutte le persone fisiche di trasferirsi o spostarsi con mezzi di trasporto pubblici o privati in comune diverso da quello in ....
23-03-2020
🚨🚨🚨IMPORTANTE🚨🚨🚨 La Confartigianato Soriano nel Cimino ha stilato una lista di aziende artigiane operanti sul territorio divise per settori merceologici che sono operative e ci hanno dato la loro disponibilità ....
23-03-2020
Poste Italiane Spa ha comunicato che, con l’aggravarsi della situazione epidemiologica da COVID-19, provvederà a una ulteriore razionalizzazione degli uffici postali su tutto il territorio nazionale i cui giorni e orari di accesso al pubblico ....
22-03-2020
Cari concittadini, Purtroppo mi trovo costretto a chiedervi di collaborare con maggiore impegno alla lotta contro il coronavirus. Comprendo bene che il fine settimana è per tutti noi un momento di svago, in cui abbiamo piacere a trascorrere tempo ....
21-03-2020
Elenco delle aziende e dei negozi che consegnano a domicilio nel territorio di Soriano nel Cimino!!! Se non trovi la tua attività, segui la pagina facebook del Comune di Soriano Nel Cimino e lascia i tuoi dati in questo post, inviando un messaggio ....
21-03-2020
Nuova importante ordinanza del Sindaco, n. 31 del 20-03-2020. Giro di vite sulle attività motorie all'aperto. La cittadinanza è tenuta a osservare diversi divieti e comportamenti:  ... omissis... E’ VIETATO svolgere qualsiasi ....
20-03-2020
Lo scorso 19 Marzo è stata emanata una nuova ordinanza firmata dal Capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli, che prevede la possibilità di ottenere ricette mediche tramite sms, whatsapp, telefono o messaggio di posta elettronica senza ....
20-03-2020
Nuove disposizioni per tutte le attività commerciali a seguito dell'Ordinanza del Presidente della Regione Lazio del 17.03.2020, qui allegate
18-03-2020
Ecco cosa prevede il decreto che fronteggia l’emergenza coronavirus in materia di patenti di guida, revisione dei veicoli, RCA,  rinnovo carta d'identità‼ Come pubblicato sulla GURI nr 70 del 17.03.20 Entra in vigore il DL nr ....
18-03-2020
Le disposizione del DPCM dell'11 marzo 2020, con lo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19, mirano a limitare fortemente la mobilità dei cittadini, se non in caso di indifferibili e comprovate esigenze lavorative, di ....
16-03-2020
Si comunica che il giorno 17 Marzo 2020, l'isola ecologica ECOMOLINELLA resterà chiuso per interventi di sanificazione.
16-03-2020
Ad integrazione delle disposizioni in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, il Sindaco ha emesso ordinanza di chiusura dei parchi pubblici, la sospensione del mercato settimanale e delle attività di  ....
14-03-2020
In queste giornate di impegno e sacrificio la sinergia è ciò che permette di ottenere risultati immediati. Grazie alla collaborazione fra amministrazione comunale, Protezione civile e Croce Rossa verrà avviata, a partire da stasera, ....
13-03-2020
Nuova ordinanza del Sindaco n. 24 a seguito delle nuove disposizioni recepite con Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 11/03/2020.   L’ 11 marzo la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha pubblicato un nuovo DPCM che fornisce ....
12-03-2020
Ordinanza del Sindaco n. 22 del 11/03/2020 per la disposizione di quanto in oggetto.
11-03-2020
A seguito delle disposizioni emanate in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, si comunica che, con decorrenza immediata, l'orario delle visite per tutte le UU.00. presso l'Ospedale di Belcolle è il seguente:   dal ....
11-03-2020
Che cosa significa #iorestoacasa? Sul portale della presidenza del Consiglio dei ministri sono state pubblicate le risposte alle domande più frequenti sulle misure adottate ieri sera dal Governo per tutto il Paese.           Ve ....
10-03-2020
Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha firmato il Dpcm 9 marzo 2020 recante nuove misure per il contenimento e il contrasto del diffondersi del virus Covid-19 sull'intero territorio nazionale. Il provvedimento estende le misure di cui all'art. ....
10-03-2020
Nuova ordinanza del Sindaco, in ottemperanza ai DPCM 8 e 9 del 8 e 9 Marzo u.s. e all'ordinanze del Presidente della Regione Lazio del 6 e dell'8 Marzo 2020. IN PARTICOLARE Evitare ogni spostamento delle persone fisiche in entrata e in uscita dal territorio ....
10-03-2020
In considerazione dell’evolversi dell’emergenza sanitaria, qualora dovesse persistere o aggravarsi l’attuale stato di allarme, la giunta sta valutando la possibilità di adottare provvedimenti a sostegno di particolari categorie ....
08-03-2020
Pubblichiamo le ordinanze del Sindaco,  emanate per far fronte alle misure più urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da Coronavirus Tra le misure di contenimento sono previste : Chiusura della Biblioteca ....
05-03-2020
  La campagna informativa ha come obiettivi quelli di: informare tutta la popolazione sul nuovo coronavirus, segnalando l’importanza di utilizzare come fonte di informazione il sito del Ministero; raccomandare misure di comportamento ....
20-02-2020
L'Amministrazione, nello spirito di una politica a favore delle famiglie, ha deciso di articolare il pagamento di alcuni servizi per il prossimo anno scolastico 2019 - 2020 come di seguito illustrato
12-09-2019
In allegato "Disposizioni in ordine alla sicurezza ed alla tutela dell'incolumità pubblica in occasione dell'accensione di fuochi artificiali autorizzata ai sensi dell'art. 57 del T.U.L.P.S. Fuochi acquatici - Emissioni sonore" diramata dalla Prefettura ....
07-05-2018
Con DGC n. 36 del 30/03/2018, sono state stabilite le tariffe  per diritti di istruttoria del Servizio Attività produttive -SUAP come di seguito riportate: DESCRIZIONE TITOLO ABILITANTE DIRITTI DI ISTRUTTORIA RIMBORSO SPESE PER PRATICHE ....
03-05-2018

Eventi correlati

Legger mentre ... a casa
Dal 01-05-2020
al 31-05-2020
Luogo: Pagina Facebook del Comune di Soriano Nel Cimino all'indirizzo https://www.facebook.com/SorianoNelCimino
Video Presentazione dell'iniziativa sul profilo Facebook Istituzionale del Comune di Soriano Nel Cimino, Venerdì 01 Maggio 2020 ore 21,30

Condividi questo contenuto

- Inizio della pagina -

Il sito Istituzionale del Comune di Soriano nel Cimino è un progetto realizzato da ISWEB S.p.A. con la soluzione eCOMUNE

Il progetto Comune di Soriano nel Cimino è sviluppato con il CMS ISWEB® di ISWEB Srl www.internetsoluzioni.it